L’ultimo imperatore

  • Player [UHD/4K]
  • Supervideo
  • Mixdrop
  • Vup
  • Upstream
Guarda il Trailer
Guarda il Trailer
Guarda il Trailer
Guarda il Trailer
Pubblicato il 16 Mar 2014 in Drammatico

imm (3)1908. Pu-Yi ascende a tre anni al ruolo di imperatore della Cina. 1967. Pu-Yi muore. Il film segue le tappe della sua crescita all’interno della Città Proibita alternandole con il rimpatrio come criminale di guerra e con il procedimento di rieducazione impostogli dalla Cina maoista dopo dieci anni di detenzione.
Nove premi Oscar sono stati assegnati a questo film di Bernardo Bertolucci. Qui possiamo già individuare il primo record perché si tratta del primo film italiano a vincerne così tanti. Ma ce n’è un altro: è la prima opera cinematografica ad aggiudicarsi tutti gli Oscar per cui era candidata. C’è però ancora un dato da rilevare: nella classifica dei film a cui sono andate all’epoca più statuette si piazza dopo Ben Hur (11) e West Side Story (10) senza elencare tutti gli altri riconoscimenti ottenuti nel mondo.
Al di là però dei premi L’ultimo imperatorecostituisce una pietra miliare nel cinema di Bertolucci. Circondatosi dei migliori professionisti (dall’autore della fotografia Vittorio Storaro allo scenografo Ferdinando Scarfiotti passando per i costumi di James Acheson) il regista riesce in modo mirabile a fondere la dimensione spettacolare con quella di una storia non ‘epica’. In fondo Pu-Yi è un altro ‘uomo ridicolo’ (La tragedia di un uomo ridicolo, 1981), un bambino divenuto uomo senza poterlo essere mai veramente, circondato da un’illusione di potere che in effetti non ha mai detenuto se non per permettersi talvolta di umiliare chi lo circondava. Lo spettacolo sta nella descrizione degli immensi spazi della Città Proibita con le sue 9.999 stanze (solo il paradiso per i cinesi ne poteva contare 10.000). Una prigione enorme finalizzata a tenerlo lontano dalla Storia, quella dei Grandi e quella del popolo minuto che avrebbe comunque dovuto voltare la schiena al suo passaggio per non guardarlo in volto. Bertolucci e il co-sceneggiatore Peploe costruiscono una narrazione in alternanza partendo dal ‘fuori’, cioè dal periodo della rieducazione a cui il criminale Pu-Yi viene sottoposto. In fondo i metodi applicati nei suoi confronti si assomigliano: passa da un carcere (dorato) ad un altro e così come dai cortigiani così dai maoisti riceve un preciso input: non deve pensare autonomamente. Quello de L’ultmo imperatore sembrerebbe un Bertolucci diverso dal regista di film ‘scabrosi’ come La luna o addirittura da mandare al rogo come Ultimo tango a Parigi perché quello che propone ha le parvenze di un biopic quasi pudico. Sta proprio in quel ‘quasi’ la prova che invece il regista sta proseguendo una sua ricerca sui temi dell’eros che più gli interessano. Si veda la ricerca del seno della balia anche in fase non più neonatale o quel rapporto a tre occultato alla vista dalle lenzuola. Pu-Yi cresce circondato da eunuchi e il film ci parla della sua sessualità con una sequenza che è più esplicita di tante scene definite altrove ‘scandalose’: è un grande velo ad unirlo e al contempo a separarlo da corpi cercati e probabilmente desiderati. Il Pu-Yi adulto ha visto nascere il primo uomo (alla Camus) tra stucchi e cerimoniali avendo come sole compagnie vere un grillo, un topo e forse un precettore. Fonte Trama

Versione: DVDRip – Qualità: A.10 – V.10

Streaming:
Videopremium: Parte 1Parte 2

Download:
: Parte 1Parte 2

Film e Serie TV streaming HD in Italiano Senza Limiti

Nel mondo high-tech e di mobilità integrale, il cinema ricopre il ruolo di fenomeno ordinario.
Inoltre, i fan si sono assuefatti alle sorprese offerte dai registi, i quali amano ricoprire di
effetti speciali i loro capolavori, utilizzando opzioni non standard di presentazione e idee, a dir
poco, originali. Ed anche se, ad oggi, non si sia ancora concluso il dibattito sul tema “un libro o
un film”, certo è che

La modernità ci costringe ad apprezzare ogni minuto. Quando la disponibilità di tempo libero
diminuisce, cominciamo a ricercare svariate vie d’uscita a questa situazione, possibilmente dai
risvolti economici e gioiosi. E poiché guardare un film risulta essere una delle attività più
popolari per gli individui di qualsiasi età, l’esistenza del cinema “virtuale” è perfettamente
giustificata.

Che cos’ è il cinema? Questi è il “nutrimento” per la mente e l’anima, che ci permette di sognare,
ragionare e realizzare fantasie. Ma soprattutto, questo “nutrimento” viene “assimilato” molto più
facilmente dalle parole stampate. E se, a volte, mostriamo un’attitudine dispregiativa verso un
racconto cinematografico, questo, in realtà, vive e apporta al mondo qualcosa di speciale e
prezioso. Se ciò non fosse vero, per quale motivo ci sarebbero file infinite ai botteghini dei
cinema? Si avrebbero aperto i posti per la visione delle novità cinematografiche?

Nella società moderna, oltre alla necessità di un gradevole riposo e alla ricezione di nuove
informazioni, non meno importante e necessario risulta essere divenuto il risparmio. Così sono fatti
gli individui; tentano di risparmiare denaro e tempo, ma non lesinano a concedersi quando si tratta
di emozioni. Ed ecco che per soddisfare tali esigenze, sono necessari i film online. Il sogno più
grande di molti individui è quello di familiarizzare con i film in anteprima sul proprio divano, o
no?

Film e Serie TV senza Registrarsi e annunci fastidiosi!

Allo stesso modo accade per i serial TV. Anche se non trasmessi nei cinema, conquistano lo
spettatore dello schermo televisivo. Più che per quanto accade con i film tradizionali, i serial TV
ti “agganciano”, ispirano e curano la qualità del nostro tempo libero. Ed è cosi divertente quando è
possibile guardare un serial TV online, potendo evitare la pubblicità e la trepidante attesa per la
puntata successiva.

Nonostante la diffusa popolarità dimostrata dal cinema virtuale, i loro parenti reali hanno la
precedenza per mostrare, per i primi, le novità ad una larga fetta di pubblico. Solo dopo un
determinato periodo di tempo siamo in grado di poter vedere un film in rete. Ed anche se è possibile
disturbare l’ordine normale e fare conoscenza con la novità, non sempre nella versione migliore,
molti preferiscono ancora i filmati in qualità HD. E questa scelta ha un suo preciso senso. Prima di
tutto, l’ eccellente qualità video è in grado di farci capire meglio di cosa si tratta sullo
schermo. Secondo, la qualità HD si traduce anche in un suono eccellente. Infine, l’attesa suscita
l’interesse!

Visto che per il pubblico risultano maggiormente preziose le novità dell’ anno in corso, il nostro
portale cinema italia-film.cc, propone di rinviare la nostalgia per i vecchi bei film e visionare le
novità del 2014.

Lavorando senza sosta, il nostro team rifornisce, meticolosamente, i contenuti del portale. Di
conseguenza, la scelta del film da guardare, o la visione del trailer riferito alle novità, potrà
essere effettuato in qualunque momento. Inoltre, fatto non meno importante, il nostro portale
risulta essere estremamente ergonomico.

Secondo l’ interesse mostrato dai nostri utenti, abbiamo suddiviso i film in differenti categorie.
Gli appassionati di scene intense, ad esempio, saranno in grado di trovare le novità più
interessanti, all’interno della categoria “Thriller”, mentre coloro che preferiscono le storie
romantiche, rimarranno piacevolmente sorpresi dalla vasta gamma di film presenti nella categoria
“melodramma”.

Prendiamo in considerazione gli interessi di ciascuno dei nostri utenti. Così facendo, oltre ad
offrire sempre nuovi prodotti di buona qualità, vi invitiamo a consultare le notizie relative al
mondo del cinema e le biografie dei vari attori.

Con noi, tutto è sempre confortevole, perché non sappiamo fare diversamente!